quando scegli un’attività fisica, ti comporti anche tu da pecora?
31 luglio 2016

quando scegli un’attività fisica, ti comporti anche tu da pecora?


Uno dei motivi che mi ha portato a scrivere questo articolo è la motivazione che le persone danno quando scelgono una attività sportiva, che sia palestra, corso di gruppo o sport all’aria aperta.

Le motivazioni più assurde e paradossali sono:

  • Vado a quel corso perché ci vanno anche le mie amiche.
  • Vado a correre perché prima di iniziare la palestra voglio dimagrire un po’.
  • Ho scelto Pilones-yogurtFit perché lo praticano le star di Hollywood.
  • Faccio quel corso perchè si suda un sacco, perdo due chili ogni sessione!
  • Faccio aerobica per tonificare altrimenti coi pesi mi aumentano i muscoli.
  • Ho letto su una rivista che camminare ogni sera a zig-zag, succhiando un limone con due fette di ananas sugli occhi aiuta a dimagrire.
  • Si sì lo ammetto, l’ultima ho un po’ esagerato ma ti posso assicurare che a volte la realtà supera di gran lunga la fantasia.

    Ci sono così tante credenze e falsi miti che i ciarlatani hanno lavoro assicurato per i prossimi cent’anni.

    IL DISCORSO È SOSTANZIALMENTE SEMPLICE.

    HAI O NON HAI UN OBIETTIVO?
    VUOI FARE LE COSE TANTO PER…. O VUOI FARE LE COSE PER BENE?

    DUNQUE, se fai parte dei primi, quelli che quando chiedono informazioni dicono
    “no, ma io vorrei fare qualcosina giusto per…non ho particolari esigenze” puoi tranquillamente fermarti qui con la lettura.

    SE INVECE sei interessato davvero a trovare il meglio per te:

    LA PRIMA, IRRINUNCIABILE, VITALE DOMANDA CHE DEVI PORTI PRIMA DI INIZIARE UN PERCORSO SPORTIVO O DI ALLENAMENTI È….

  • CHE COSA VOGLIO OTTENERE?
  • Qual è l’obiettivo che mi pongo prima di scegliere una attività fisica? (altro…)

    2 luglio 2016

    3+2 motivi per allenarti in gravidanza


    La gravidanza.

    Quel momento meraviglioso in cui il corpo di una donna subisce una trasformazione enorme per ospitare la crescita di un altro essere umano dentro di sé.

    L’emozione più grande che una donna possa mai vivere.
    Probabilmente anche la più dolorosa e la più stravolgente.

    image

    Quello che vedremo in questo report non ti sarà d’aiuto solo nella gestione migliore della gravidanza, ma soprattutto ti aiuterà a tornare ancora più in forma di prima del concepimento.

    Le testimonianze che si leggono su riviste specializzate o tramite interviste alle vip neo-mamme sono spesso dissonanti, specie se chi le racconta è alla prima esperienza oppure sta vivendo la seconda o oltre.

    NOI TI PARLIAMO per esperienza professionale.

    TI RIPORTIAMO le sensazioni ed i risultati su una nostra statistica di donne, future mamme che hanno deciso di allenarsi durante la gestazione.

    TI RIPORTIAMO le loro paure infondate, i luoghi comuni che circondano questo momento così delicato ma anche estremamente naturale, un momento da vivere con totale apertura mentale, senza troppe remore e precauzioni al limite della campana di vetro.

    Ma vediamo con ordine.
    Che cosa accade durante i 9 mesi?

    image

    -Il cambiamento comporta un enorme stress per il corpo femminile. Specie per le più esili e meno preparate.

    -La colonna vertebrale viene sovraccaricata dal peso e dalla posizione del feto, provocando dolori alla schiena che aumentano inevitabilmente con l’avanzamento della gestazione.

    -Il bacino subisce una diastasi pubica provocato dall’aumento graduale del volume del feto.

    -La capacità respiratoria diminuisce per la
    pressione sempre maggiore sul diaframma.

    -Aumenta il volume del sangue, il consumo di ossigeno e la frequenza cardiaca.

    Tali fattori determinano senso di affaticamento e stanchezza cronica, aggravati via via dal sovraccarico funzionale sugli arti inferiori, che mette a repentaglio la corretta circolazione linfatica.

    Ma quali sono i 3+2 motivi per cui valga la pena di allenarsi durante la gravidanza?
    Porta pazienza due minuti e lo scoprirai.

    Ti riportiamo brevemente le due testimonianze che nel 2016 hanno arricchito la nostra esperienza e anche il nostro bagaglio di emozioni.

    S.G. era alla prima gravidanza.

    Dopo mesi di fatiche aveva raggiunto un ottimo livello di tonicità muscolare.
    Non voleva assolutamente perdere gli obiettivi che aveva conseguito col duro allenamento nei mesi precedenti.

    La sua scelta era già scontata. Passati i primi 3 mesi, i più delicati e a rischio, ha infatti ricominciato ad allenarsi con la stessa tenacia di prima.
    Ovviamente i pesi utilizzati erano ridotti al lumicino, la zavorra del resto era già incorporata.

    Lavoro aerobico di media intensità alternato
    a movimenti funzionali complessi.
    Squat, affondi, trx, lavori isometrici sul pavimento pelvico, lavori specifici sulla forza dorsale e sulla postura.

    Metabolismo tenuto elevato mantenendo sollecitata la massa magra, alimentazione calibrata e ricca di carboidrati semplici, proteine e grassi ben bilanciati (40-30-30) e carboidrati complessi ridotti al minimo.

    Ha lavorato fino all’ottavo mese senza alcuna limitazione se non quella dell’ingombro del pancione stesso.

    Risultato:
    Dopo il parto una dieta specifica le ha consentito di tornare più magra di prima della gravidanza. Dopo un mese dal parto ha ripreso ad allenarsi con una base di massa magra mai realmente persa.
    Ora è una mamma decisamente Fit!

    image

    A.L. Quando è arrivata era invece alla seconda gravidanza.

    La sua scelta è stata dettata dal fatto di aver vissuto traumaticamente la prima a tal punto da ritrovarsi quasi incapace di gestire le faccende più semplici del suo piccolino.

    La perdita di forza e l’appesantimento l’avevano resa quasi inerme e la fatica fatta in quel periodo l’ha resa consapevole della necessità di correre subito ai ripari.

    Con lei abbiamo iniziato già nei primi mesi un lavoro di postura e di rinforzo dei muscoli della catena posteriore, già di per sé molto deboli, per poi gradualmente spostarci sul pavimento pelvico e infine anche sul rinforzo degli arti posteriori.

    Un ottimo lavoro portato avanti sino in
    prossimità del nono mese. Un coraggio ed una costanza incredibili se si pensa che non era mai stata una sportiva.

    Ps. La stiamo aspettando dato che ha appena partorito 🙂

    image

    In questo momento ne stiamo seguendo altre tre.
    Tutte allo stato iniziale.
    Tutte consapevoli che non esiste stare sul divano e mangiare per due “tanto è normale che ingrasso”, TANTO INGRASSO UN BEL CAVOLO!

    Esiste una alternativa.
    Loro lo sanno e lo sai anche tu.
    Non sei da sola in questa lotta.
    Affidati a chi sa cosa fare e come seguirti durante il percorso.

    Riassumendo:
    Allenarsi in gravidanza porta a questi 3 vantaggi immediati durante la stessa:

    – tiene sotto controllo l’aumento del peso corporeo, mantenendo un buon livello di massa magra e quindi un metabolismo efficiente.

    – mantiene il più possibile una corretta postura, forza a sufficienza per bilanciare il peso anteriore (seno e pancia) e mobilità articolare. Un conto è alleviare il male di schiena, un conto è essere attrezzata per non averlo.

    – mantiene la tonicità dei muscoli addominali coinvolti nel travaglio, facilitando il momento più doloroso che affronterai con tutt’altra preparazione muscolare.

    Allenarsi in gravidanza porta a questi ulteriori 2 vantaggi indiretti post-parto:

    – Recupero più rapido della forma fisica e del peso forma

    – Recupero della tonicità generale con un un ritorno più efficace e veloce alle attività quotidiane di tutti i giorni col tuo bimbo, nonché recupero più immediato del girovita pre-stato interessante.

    NON DIMENTICARE MAI UNA COSA.

    IL MIGLIOR REGALO PER UN BEBÉ È UNA MAMMA FELICE.

    Vivere passivamente la gravidanza mangiando qualunque cosa ti venga in mente e prendendo peso senza controllo non farà certo di te una mamma contenta.

    È scientificamente dimostrato che praticare attività sportiva rende più felici e questo accade non soltanto quando impegno, sudore e fatica portano al raggiungimento di un grande obiettivo.

    image

    Ogni volta che si pratica attività fisica l’organismo umano produce serotonina, un neurotrasmettitore comunemente noto come ‘ormone della felicità’.

    Ti aspettiamo.
    Questo è il numero: 0786682676.
    Prova una lezione e vedrai la reazione del tuo corpo. Ti stupirai delle tue stesse capacità.
    Di movimento e di resistenza.

    A presto
    dallo staff di Training Specialist